Ben-essere  |  05 Novembre 2023   |   Due Mercoledì al mese dalle 18:30 alle 20:30

Gruppo di Crescita Personale

Il gruppo di crescita rappresenta un'opportunità per approfondire la conoscenza di sé e sperimentare cambiamenti possibili in uno spazio protetto e sicuro.

Crescita personale Gruppo di Crescita Personale

Metodologia del gruppo

Le sedute di gruppo consistono in incontri periodici (di circa 15 persone) il cui scopo principale è l'espressione di sentimenti e vissuti in un ambiente protetto ed il raggiungimento della consapevolezza delle proprie dinamiche interne ed interpersonali. Si tratta di un gruppo di evoluzione e sviluppo personale dove ciascuno dei partecipanti ha la possibilità di effettuare un lavoro individuale (una "esplorazione") in cui è assistito da un agevolatore e può utilizzare uno o più componenti del gruppo in qualità di personaggi e/o figure della sua esistenza e/o della sua immaginazione. I membri del gruppo possono avvalersi o meno di questa possibilità. Essi sono totalmente liberi di parlare o di non parlare, di compiere un lavoro di esplorazione o di non compierlo, di partecipare o meno al lavoro degli altri se si è stati chiamati a farlo, di offrire un 'feedback' o di negarlo, di ascoltare e di negare quanto avviene, di rimanere in gruppo o di uscirne. 


Regole del gruppo

Alla base del buon funzionamento del gruppo vi sono delle regole, che consentono ad ognuno di rispettare la libertà degli altri: 
• La discrezione e confidenzialità: non si deve parlare al di fuori di quanto accade nel gruppo: questo darà la tranquillità necessaria per esprimersi liberamente 
•L'astinenza da relazioni sessuali tra i componenti del gruppo: permette di mantenere la propria autonomia e la propria disponibilità nelle diverse situazioni emotive che possono crearsi all'interno del gruppo. Durante lo svolgimento dell'incontro di gruppo, si è terapeuti a vicenda: perciò è utile rispettare la riservatezza ed evitare di vedersi all'esterno . 
• L'esclusione di osservatori casuali: permette al gruppo, libero da interferenze esterne, di raggiungere progressivamente coesione, solidarietà, complicità ed intimità 
• Il non fumare: consente di utilizzare creativamente le motivazioni e le tensioni che portano all'atto sterile e dannoso del fumare 
•Il tempo a disposizione fisso: fa sì che ognuno utilizzi il gruppo lasciando spazio agli altri; complessivamente il gruppo dispone di 2 ore 
• Esprimersi invece di dialogare: durante tutte le fasi dell'incontro di gruppo non è consentito dialogare con la persona che in quel momento ha la parola, anche quando si viene direttamente interpellati da essa. In questo caso si dovrà aspettare il proprio turno, inserendo tale vissuto all'interno del proprio lavoro; oppure, se il turno è passato o si è in una fase che non prevede interventi, si potranno far presenti all'agevolatore le esigenze emerse al momento 
• II "basta davvero!": è una formula convenzionale che, pronunziata da chi sta compiendo un'esplorazione in profondità, gli permette di interrompere il suo lavoro, richiamando il gruppo a sospendere e fermare del tutto ed immediatamente l'interazione in corso 

Struttura delle sedute

La seduta di gruppo ha una sua struttura ed attraversa delle fasi, che corrispondono alle fasi di precontatto (inizio), contatto (durante), postcontatto (fine). INIZIO (fase espositiva) 
Nella fase iniziale i membri del gruppo sono invitati a partecipare brevemente/ a turno del loro vissuto attuale: esperienze, sentimenti, aspettative, ed a prenotarsi eventualmente per un'esplorazione. Inizia quindi la fase di vero e proprio 'lavoro' in gruppo. Chi si è prenotato per primo inizia a parlare. Durante questa esperienza individuale egli utilizza il gruppo per se con l'aiuto dell'agevolatore. Quest'ultimo ha uno stile eclettico, utilizza, cioè, di volta in volta, i metodi di facilitazione più adatti per un efficace sostegno a ciascun partecipante.
DURANTE (fase del cambiamento) Uno o più membri del gruppo possono essere chiamati a partecipare al lavoro in qualità di personaggi e/o figure dell'esistenza e/o dell'immaginazione di chi sta lavorando. Essi, astenendosi dall'intervento, favoriscono l'esplorazione del partecipante. Al termine del lavoro l'agevolatore chiede a chi ha effettuato l'esplorazione se vuole ricevere un feedback da qualcuno. I membri del gruppo, chiamati a dare un feedback, esprimono le percezioni, i vissuti, gli immaginari, i sentimenti, generati in loro dall'esperienza di esplorazione individuale a cui hanno assistito o partecipato. Ognuno cercherà di comunicare la propria percezione dell'esperienza dell'altro nel FEEDBACK fenomenologico: "Io ho percepito..., ho vissuto..., ho immaginato... ed ho sentito.. " TE - NEL - TUO - LAVORO e ME - DURANTE - IL - TUO - LAVORO" e come "IO percepisco, vivo, immagino e sento TE - ADESSO - E ME - ADESSO" 
In questo modo la persona che ha lavorato rielabora la sua esplorazione, arricchendola ed amplificandola attraverso l'altro. 
Si passa, quindi, alla prenotazione del lavoro successivo. 
FINE (fase dell'assimilazione / integrazione) 
Quando il tempo a disposizione del gruppo sta per terminare, l'agevolatore chiede ai partecipanti di esprimersi a turno, facendo un bilancio di ciò che è accaduto nel corso della seduta e comunicando eventualmente il proprio vissuto dell'esperienza di gruppo appena trascorsa. I partecipanti al gruppo potranno poi utilizzare all'esterno quanto hanno compreso e sperimentato in un ambiente protetto; potranno interagire in modo più spontaneo e fluido con chi li circonda, ma soprattutto - e questo è l'obiettivo principale - potranno conseguire l'autosostegno necessario per una propria autonomia esistenziale.

Conduttore
Il gruppo é condotto da Raffaello Caiano Psicoterapeuta ad approccio Umanistico integrato 

Modalità di accesso
Per gli allievi del master in counseling e i partecipanti ad altri corsi ed eventi di crescita personale dell'ASPIC Pescara. é sufficiente inviare una richiesta su whatsapp al conduttore. Per la partecipazione di coloro che non hanno frequentato un percorso presso l’associazione ASPIC Counseling & Cultura di Pescara é necessario un colloquio preliminare con il conduttore Raffaello Caiano (contatto anche via whatsapp al 327/7009961).

Quota di partecipazione 25€/incontro. La quota va corrisposta anche in caso di assenza. 

RELATORI:
DOVE SIAMO

in Via del Santuario, 156
65100 Pescara

CHIAMACI

Cell +39 353 3622453

SCRIVICI

info[@]aspicpescara.it